Copyright © Controprogetto 2013 All Right Reserved

Attraverso la rielaborazione del materiale e la sua lavorazione artigianale, ogni pezzo diventa unico e irripetibile. Il segno della vita precedente della materia, da difetto diventa memoria e significante. Doghe, bancali, tapparelle, parquet dismessi, pannelli di vecchie scenogarfie destinati al macero, mobiletti buttati via, infissi di legno...smembrati e stravolti si ricompongono in mosaici e in varie composizioni riacquistando nuovo valore.